Come indicizzare un blog WordPress

WORDPRESS VIDEO CORSO

seo-wordpressL’ articolo che vado a proporvi oggi è un elenco di consigli “preziosi” per una corretta politica SEO WordPress on page ed off page per la ricerca organica sui motori di ricerca.
Premessa: questi consigli, sono il risultato di studio ed esperienza, non garantiscono niente, ma sono una valida mano per migliorare l’indicizzazione di un sito o blog.
Sono regole semplici ed importanti, che spesso portano a grossi risultati!

  1. Progettare il sito ed i suoi contenuti per gli utenti e non per i motori di ricerca.
  2. Se i contenuti all’interno del sito sono ben rintracciabili dagli utenti, lo saranno anche per un buon motore di ricerca. Ogni pagina dovrà essere raggiunta da almeno 1 link e con 2 click massimo. Preferite elenchi testuali (html) come menu di navigazione al posto di immagini/bottoni.
  3. Gli utenti utilizzano keyword (parole chiave) sui motori per cercare contenuti. Chiedetevi quali keyword potrebbero utilizzare per trovare i vostri. Un buon aiuto ve lo da Google con il suo strumento di analisi per le parole chiave: https://adwords.google.com/select/KeywordToolExternal
  4. Curare i contenuti testuali di articoli e pagine: è di fondamentale importanza inserire nei contenuti, in maniera logica e senza esagerare, keyword utili a far capire, ai motori di ricerca, di cosa si occupa il sito.
  5. Ottimizzare la keyword density, la percentuale con cui una keyword è presente all’interno di una pagina. Anche in questo caso abbiamo un prezioso strumento di Google per analizzare la keyword density: http://www.googlerankings.com/kdindex.php
  6. Utilizzate Google Webmaster Tool per analizzare l’indicizzazione del vostro sito: www.google.com/webmasters/tools/
  7. Personalizzare per ogni pagina o articolo il TAG “Title“, i META TAG “Description” e “keyword“. All in One SEO Pack è un ottimo plugin per gestire queste informazioni.
  8. Creare una sitemap.xml del proprio blog. Plugin consigliato XML-sitemep per WordPress.
  9. Ottimizzare gli URL, inserendo, parole chiave presenti nel contenuto dell’articolo. (ad esempio: se il titolo dell’articolo è: b&b Last minute a Milano per Natale, l’URL della pagina potrà essere: /last-minute-milano-bed-and-breakfast-natale). Non deve essere eccessivamente lungo.
  10. Nomi di categorie comprensibili, che possano far capire agli utenti (ed ai motori di ricerca) i relativi contenuti, con massimo 2 sotto livelli.
  11. Associare gli articoli a TAG, diversi dalle categorie ma altrettanto importanti. Ogni TAG rappresenterà una o più keyword.
  12. Condividere, se possibile, gli articoli sui principali social network, inserendo un link che rimandi alla pagina dell’articolo.
  13. Evitare gli ormai obsoleti “scambio linkforzato 1 a 1. Se i vostri contenuti sono interessanti, saranno presto linkati da altri blog e siti web.
  14. Curare la link popularity, la diffusione di link verso il proprio sito su altri siti (no scambio), in genere avviene tutto spontaneamente. E’ buona pratica magari, partecipare a discussioni su blog e forum e se possibile segnalare il vostro blog.
  15. Curare i link interni al sito. Pagine se ben collegate tra di loro, sono più raggiungibili da tutti. Quindi, se in un articolo parliamo di Plugin WordPress e successivamente ne scriviamo un’altro nominando la parola Plugin, sarebbe bene linkare questa parola all’articolo precedente.
  16. NON utilizzare troppi plugin, potrebbero rallentare la navigazione del sito e causare una penalizzazione da parte dei motori di ricerca.
  17. Le pagine o articoli, una volta creati, non vanno eliminati, al massimo modificati. l’URL per raggiungerli deve rimanere tale, pena, PAGINA NON TROVATA (404) odiata dai motori di ricerca.
  18. Se il vostro blog è in lingua italiana, è preferibile avere un hosting con server posizionato fisicamente in Italia;
  19. Il tema per WordPress utilizzato deve essere conforme agli standard per sviluppo web deddati dal W3C The World Wide Web Consortium, è possibile utilizzare questo strumento ufficiale per la validazione HTML: http://validator.w3.org/.
  20. Utilizzare quindi i TAG H (h1, h2, h3, ecc) per i titoli correttamente.
  21. Utilizzare il TAG STRONG (grassetto) per i termini più rilevanti, per gli utenti e di conseguenza per i motori di ricerca.
  22. Separare i contenuti dalla grafica utilizzando i CSS.
  23. Regola di massima: se un sito piace agli utenti visitatori, è accessibile, è usabile, piacerà ai motori di ricerca (google in particolare).

Il lavoro non finisce quì ovviamente, ma ne parleremo in un prossimo articolo.

Se volete contribuire con la vostra esperienza, scrivete un commento all’articolo, grazie.

Pubblicato in Plugin WordPress, SEO WordPress, Tutorial wordpress, Usabilità ed Accessibilità, WordPress 3.2.1
Contrassegnato , ,

Scrivi un tuo commento:

18 risposte a Come indicizzare un blog WordPress

  1. Pingback: CONSIGLI SEO : EVITARE ERRORI E PENALIZZAZIONI

  2. Federico scrive:

    Una guida completa ed interessante! Grazie davvero!

  3. Lea scrive:

    Ciao, scusa se ti disturbo, sto cercando di indicizzare il mio secondo blog di WP, ma GoogleAnalytics al momento vede solo il mio primo e il mio sito… mumble, non capisco… come faccio ad indicizzare anche questo? E poi ho una domandona un po’ off topic: secondo te dovrei mettere i contenuti anche in italiano? se sì, dove? ho acquistato un dominio ma al momento non posso indirizzarlo perché non ho quattrini a sufficienza… che dici: qui l’inglese e sul .it l’italiano? Ti ringrazio, molto, anche per le dritte, intuitivamente avevo già fatto quasi tutto quello che consigli… a presto

  4. Dario scrive:

    Ciao, il tuo articolo è davvero interessante, tant’è che lo terrò in considerazione per l’indicizzazione del nuovo portale htttp://www.eaprilia.it che sto ancora sviluppando ma che ho iniziato a indicizzare da pochissimo. Purtroppo ho fatto alcuni errori iniziali che Google non mi ha perdonato, tipo i contenuti duplicati e pagine 404, ma in realtà stavo solamente facendo dei test per vedere come si comportava l’impaginazione globale però quando ho cancellato alcuni articoli già indicizzati sono rimasto con 404 come errore e questo è stato moolto penalizzante.
    Comunque sto ripartendo e grazie per i consigli e come dici tu ci vuole pazienza.

  5. Emiliano scrive:

    ciao,
    complimenti per il blog, veramente utile.
    Premetto che non sono esperto, ho appena creato per la prima volta un sito con wordpress che ho indicato nell’oggetto che riguarda un B&B a Roma. Premetto che il mio vecchio sito http://www.romanwalls.it è ancora attivo ed è quello più publicizzato ma ormai obsoleto.
    Diciamo che il nuovo sito http://www.bbromanwalls.com è ormai pronto (anche se c’è qualche problematica che non riesco a risolvere) e ho inziato a indicizzarlo su google, yahoo, bing (da una settimana). Ho notato che in google se cerco “Bed and Breakfast Roma” il sito non è presente mentre se lo ricerco per titolo “Roman Wall” lo trova.
    Arrivo alla domanda :)…ci vuole molto tempo per vederlo nei risultati di ricerca? Ho cercato di scrivere nel miglior modo possibile i contenuti utilizzando le giuste parole chiavi e scaricando il plug in All in One Seo Pack, insomma da inesperto totale ho cercato di fare il meglio (spero).

    Spero potete darmi consigli per poter migliorare l’indicizzazione.

    Grazie infinite

    Emiliano

    • Cosé Murciano scrive:

      Ciao Emiliano, ti ringrazio per i complimenti.
      Dunque, intanto credo che l’ideale sarebbe stato non creare un nuovo sito sotto un nuovo dominio, ma riutilizzare quello originale, romanwalls.it per intenderci. Questo perchè, agli occhi di un motore di ricerca ha molto più valore un sito “più anziano” perchè sinonimo di affidabilità. Occhio a non perdere tutto il vecchio posizionamento!
      per quanto riguarda il nuovo e la sua indicizzazione, wordpress con i suoi plugin fa del suo meglio, ma considera che tra i fattori che incidono sul posizionamento organico, va valutata in particolare la concorrenza delle singole parole chiave. “Bed and Breakfast Roma” ha sicuramente una concorrenza molto alta, moltissimi siti infatti saranno ottimizzati per questa. Di conseguenza, salire nei risultati con questa parola chiave richiede molto più tempo, proprio perchè avri molta concorrenza di altri siti. Al contrario, richiederà meno tempo un termine come “Bed and Breakfast Roma ad Agosto”.
      Un consiglio… occhio alla coda lunga o Long tail keywords (http://www.riccardoperini.com/long-tail-coda-lunga.php)

      • Emiliano scrive:

        Grazie mille Cosè.
        Purtroppo non posso utilizzare il vecchio dominio o meglio ci sarebbero problemi purtroppo…non è un mio sito ma è di terze persone.
        Magari potrei chiedere di inserire nel vecchio sito tipo “ci siamo spostati su questo nuovo sito….” che ne dici?
        Riguardo la coda lunga vorrei chiederti dove inserirla in wordpress? Nelle singole pagine “All One seo” keywords oppure nella descrizione?

        La mia paura è che automaticamente la posizione del vecchio sito si perderà ma spero che quella del nuovo sito inizierà a salire…

        grazie per il supporto
        Emiliano

  6. luca scrive:

    complimenti per il blog, stavo cercando delle utili idee e qui ho trovato molte cose interessanti

  7. luca scrive:

    complimenti per il blog, stavo cercando delle utili idee e qui ho trovato molte cose interessanti.

  8. Vincenzo scrive:

    Otiima guida! Grazie.

  9. Shaknardo scrive:

    Benchè sia stato scritto ad Agosto e considerato il fatto che il Web, ora più che mai, è in continua evoluzione è davvero un ottimo articolo. Oltre che per WordPress tra l’altro questi consigli sono validi da seguire anche se si ha l’intenzione di fare un blog o un sito serio e professionale su altre piattaforme.

  10. diego scrive:

    veramente completa questa guida bravo!

  11. mirco scrive:

    ciao,
    ho creato un blog (non sul mio pc ma iscrivendomi in un internet point). ho creato apgine, ec.. tutto ok. non riesco a indicizzarlo. da webmaster tools di google ho copaito il codice. Dove va copiato all’interno della mia dash? Va copiato solo il codice alfanumerico? sono alle prime armi. Al momento il blog si trova solo se inserisco l’url ma non facendo una ricerca.
    grazie

    • Cosé Murciano scrive:

      Ciao mirco, da quanto ho capito hai creato un blog gratuito. Per risponderti meglio dovrei vederlo, per cui se puoi mandami il link.
      Domanda: da quanto tempo l’hai creato? Perché considera che i motori di ricerca ci mettono almeno 30 gg per indicizzarti, a patto che ci siano contenuti. Il codice di google, quello per web master, non migliora la tuaindicizzazione ma ti serve solo per moniotorarlo e comunque lo puoi utilizzare solo su blog di cui hai l’accesso ftp. Quindi del tipo http://www.nome-sito.it
      Comunque, ti consiglio di scrivere dei buoni contenuti, aggiornare speso il blog, e cercare di diffondere il tuo link su altri siti e blog, meglio se con contenuti pertinenti ai tuoi. Per il resto, ci vuole pazienza ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Loading Facebook Comments ...